La d.ssa Silvia Gisaldi spiega come riconoscere, gestire ed assistere un paziente affetto da disfunzione dell’apparato digerente.

Proseguono con successo le iniziative della Casa di Assistenza Anziani Toblini di Malcesine, nel mese di novembre si parla infatti di Disfagia.

Dopo gli incontri riservati a personale, operatori e volontari della struttura, l’amministrazione ha deciso di aprire le porte anche a familiari e parenti, organizzando l’incontro “Riconoscimento e gestione della persona disfagica”. L’appuntamento è fissato per mercoledì 23 novembre, alle ore 17.30, nelle sale della Casa Assistenza Anziani “A.Toblini” a cura della logopedista, D.ssa Silvia Gisaldi, l’incontro vuole fungere da prevenzione delle complicanze determinate dalla disfagia. Tale patologia, è caratterizzata da una disfunzione dell’apparato digerente che consiste nella difficoltà a deglutire.
Si tratta di un sintomo che, nel 75% dei casi, è determinato da patologie neurologiche ed è prevalente nel 60% degli anziani istituzionalizzati. Le conseguenze possono essere malnutrizione, disidratazione, polmonite e decesso.
Dopo una breve introduzione durante la quale verranno spiegati gli aspetti della patologia in questione, la d.ssa Gisaldi procederà ad illustrare ai presenti quali sono e come individuarli, i segni della disfagia e i “campanelli d’allarme” a cui prestare attenzione. Inoltre, alla luce dei fattori di rischio individuati, verranno illustrati i corretti comportamenti assistenziali da mettere in atto e quali sono i cibi meno indicati.